Camillo Ricordi

Il Prof. Camillo Ricordi, direttore del Diabetes Research Institute dell’Università di Miami, presidente del Cda di IRCCS ISMETT e fino a qualche settimana fa anche della Fondazione Ri.MED di Palermo, è stato nominato Fellow della National Academy of Inventors (NAI). Si tratta di uno dei più importanti riconoscimenti scientifici internazionali, riservati ad inventori nel mondo accademico che con il proprio spirito di innovazione e con le loro eccezionali scoperte hanno sortito un impatto concreto sulla qualità della vita, sullo sviluppo economico e sul benessere della società. Tra i Fellow NAI si annoverano diverse personalità tra cui 29 premi Nobel, più di 100 presidi e direttori di università ed enti di ricerca senza finalità di lucro, 439 membri della National Academies of Sciences, Engineering, and Medicine, 36 personalità incluse nella National Inventors Hall of Fame, 52 personalità insignite della U.S. National Medal of Technology and Innovation e della U.S. National Medal of Science, 261 Fellow AAAS, 168 Fellow IEEE, e 142 Fellow della American Academy of Arts & Sciences.

In questi anni, il Prof. Camillo Ricordi ha sviluppato più di 40 invenzioni, ha sviluppato diverse tecnologie di trattamento e trapianto cellulare ed ha registrato 26 brevetti. “Grazie alla partnership con la Diabetes Research Institute (DRI) Federation e la Fondazione Cure Alliance Onlus – sottolinea il Prof. Ricordi – tutte le tecnologie sviluppate al DRI dell’Università di Miami vengono trasferite anche al DRI-ISMETT/Ri.MED dove la collaborazione Miami-Palermo ha già portato alla costituzione della Cell Factory per la produzione di prodotti cellulari per terapie avanzate in medicina rigenerativa”

Considerato dai suoi colleghi uno dei massimi esperti al mondo nel settore della ricerca sul diabete, dell’induzione della tolleranza immunologica e del trapianto cellulare, il Prof. Ricordi è noto per aver inventato il primo dispositivo al mondo in grado di isolare grosse quantità di cellule produttrici di insulina dal pancreas umano e per avere condotto con successo la prima serie di trapianti di isole pancreatiche in grado di curare il diabete. Questa procedura viene oggi utilizzata in tutti i centri medici del mondo che effettuano trapianti di insulae. Nei mesi scorsi, questa metodica è stata utilizzata con successo presso l’ISMETT.

Una delle sue più recenti invenzioni ha consentito di effettuare con successo il primo trapianto di pancreas endocrino bioingegnerizzato impiantato all’interno di un’impalcatura tridimensionale bioattivato nella cavità addominale di un paziente affetto da una grave forma di diabete di tipo 1. Questa scoperta è stata pubblicata sulla rivista New England Journal of Medicine. Un’altra invenzione sviluppata assieme ai suoi collaboratori ha permesso ad alcuni pazienti trapiantati di sospendere la loro terapia anti-rigetto per diversi anni. “Ringrazio la National Academy of Inventors per questo grande onore – sostiene Camillo Ricordi – Ho avuto la fortuna di poter realizzare le mie idee e di aiutare concretamente chi soffre di diabete, una malattia al cui debellamento ho dedicato la mia vita di medico e di scienziato. Alla fine non è il numero di invenzioni e di brevetti che conta, ma come questi vengono condivisi e validati in modo traslazionale per curare patologie che colpiscono milioni di persone in tutto il mondo”.

I Fellow NAI vengono nominati dai propri colleghi per il loro contributo eccezionale e l’innovazione apportata in aree quali brevetti e licenze, tecnologie e scoperte innovative, impatto, supporto e promozione dell’innovazione. Il comitato che ha selezionato i Fellow è composto da 18 membri e comprende Fellow NAI, membri insigniti della U.S. National Medal, personalità incluse nella National Inventors Hall of Fame, membri della National Academies of Sciences, Engineering, and Medicine e alti funzionari di enti come USPTO, la National Institute of Standards and Technology, Association of American Universities, American Association for the Advancement of Science, Association of Public and Land-grant Universities, Association of University Technology Managers e la National Inventors Hall of Fame.

Il 5 aprile 2018 i Fellow NAI del 2017 verranno insigniti dell’onorificenza in occasione della 7° Conferenza annuale della NAI Conference della National Academy of Inventors a Washington.  I nomi dei Fellow NAI per il 2017 verranno pubblicati sul numero di gennaio del Chronicle of Higher Education e nel prossimo numero di Science and Technology and Innovation, Journal of the National Academy of Inventors.

Dove siamo

Scopri dove sono i nostri centri medici in Italia. (Sicilia, Lazio e Toscana).

upmc2

Divisione italiana del Centro Medico dell’Università di Pittsburgh con sedi a Roma (UPMC San Pietro FBF, radioterapia oncologica e Salvator Mundi International Hospital UPMC), a Palermo (ISMETT IRCCS, trapianti e terapie ad alta specializzazione e Fondazione Ri.MED, ricerca).

upmc1

UPMC è un’azienda sanitaria integrata con sede principale a Pittsburgh, Pennsylvania. Grazie alle sue elevate competenze cliniche, gestionali, di ricerca e formazione, UPMC è tra i sistemi sanitari leader negli Stati Uniti.

upmc3

UPMC International offre una vasta gamma di servizi di consulenza sanitaria e gestionale condividendo conoscenze e competenze cliniche, tecnologiche e gestionali con partner in diverse parti del mondo, personalizzando le soluzioni a vantaggio dei pazienti e del territorio.

Seguici: